2015-01-22

Whooming: tutti gli aggiornamenti del 2015

4 commenti
Whooming


Ti ricordi quando qualche mese fa ti parlai di Whooming? Puoi scoprire l'articolo o rileggertelo cliccando qui.

Se non ti va di scoprire tutti i dettagli descritti nell'articolo precedente, ti basti sapere che questo è il miglior servizio per scoprire chi ti chiama con il numero anonimo. All'alba del 2015, sono stato contattato dagli sviluppatori di Whooming per poterti introdurre tutte le novità e gli aggiornamenti!
Quindi ti basterà leggere questo articolo. Alla fine saprai tutto ciò che è stato introdotto per darti ancora più sicurezza al telefono!

2014-06-27

30 foto mozzafiato: il mondo come non si era mai visto!

10 commenti
Foto mozzafiato: copertina

Conosci già la Digital Globe? E' un'azienda americana, leader a livello globale nella fornitura e produzione di foto della terra ad alta risoluzione. Grazie ad un avanzato satellite è in grado di fornire supporto in svariati campi: intelligencre, agenzie civili, analisi e mappe, tecnologie di navigazione e così via. Vedere un mondo migliore è lo scopo di questo colosso: dando il potere di vedere la Terra chiaramente e in nuovi modi, permette di rendere il nostro mondo un posto migliore.
Quello che ti voglio mostrare oggi è solo una manciata delle incredibili foto aeree scattate dal satellite della Digital Globe, nell'ambito del progetto Daily Overview. Buona visione!

2014-06-20

8 strategie pratiche per ri-ottimizzare i post del tuo blog

7 commenti
8 strategie pratiche per ottimizzare i post del tuo blog
I blogger novizi normalmente non hanno alcuna possibilità di ottenere più visitatori a causa della mancanza di strategie di contenuto che dovrebbero essere alla base delle azioni di ogni gestore di blog. E' piuttosto semplice dare un'occhiata generale al post o ricontrollare magari post precedenti per capire cosa funziona e cosa invece è contro producente. Quindi, in questo articolo, cercherò di suggerirti 8 strategie pratiche per ri-ottimizzare i contenuti del tuo blog e, come risultato, ottenere il cosiddetto Contenuto di Qualità. Questo articolo è soprattutto per i nuovi blogger che affrontano i colpi di Google Panda costantemente.

Per sopravvivere agli aggiornamenti dell'algoritmo di Google ( Google Panda o Penguin), è veramente essenziale avere contenuto di qualità e soprattutto ri-ottimizzare i post in linea con le direttive di Google stesso, con l'obiettivo finale di raggiungere i migliori risultati possibili, senza tralasciare la questione SEO e traffico organico.
Ho già parlato in alcuni post precedenti del fatto che il contenuto di un articolo è il Re e che tutto il resto, sebbene importante, è solo un contorno. Pertanto un contenuto di qualità è normalmente posizionato meglio nei risultati delle SERP di Google. Ad ogni modo, innanzitutto è importante fare una panoramica sui punti chiave fondamentali per evitare penalizzazioni da Google:
  • Rimpiazza il contenuto povero di qualità e rendilo unico
  • Cancella pagine vuote dal tuo blog
  • Elimina link e contenuti che si auto-generano
  • Cerca di rimuovere i contenuti incorporati nel tuo blog
  • Controlla e mantieni aggiornato il layout del blog
  • Evita "scorciatoie" 
  • Non decidere mai di acquistare backlink
  • Evita assolutamente errori di grammatica
  • Evita troppe anchor-text identiche alle keyword tutte insieme

8 strategie pratiche per ottimizzare i post del tuo blog

Ri-ottimizza i post del tuo blog e produci contenuto di qualità

Come dicevo sopra ci sono alcuni punti chiave e se sei interessato ad approfondire le strategie appena elencate, non esitare a chiedermelo con un commento! Comunque affrontiamo le 8 strategie vincenti per produrre contenuto di qualità che genera traffico verso il tuo blog o sito.

1. Realizza il contenuto del blog nell'insieme

Quando il contenuto del blog o dell'articolo è pianificato nell'ottica di medio/lungo periodo, l'autore sa già perfettamente l'obiettivo a cui tende e le tappe da superare nel percorso o come ottenere visite e a quale fetta di pubblico è interessato . Quindi, ogni nuovo pezzo del blog o del sito, che sia un articolo o un widget, si incastra alla perfezione con il contesto e la struttura già esistente, completando e interagendo con le altre parti. Questo metodo, nel medio/lungo periodo appunto, permette di ottenere più visitatori unici, raccomandazioni e un miglioramento dei link interni. Per di più un blog strutturato in questa maniera ha un impatto più convincente sull'esperienza dell'utente e ovviamente sul SEO. Chiaramente una cosa tira l'altra.

2. Dai priorità alle keyword per la ri-ottimizzazione

Usare tag più rilevanti per fare Link Building e buttare giù nuovi contenuti sull'argomento, sono ottime strategie per generare link ad un contenuto originale e generare più traffico, attraendo più visitatori ai nuovi post con link esclusivi. Devi quindi scegliere le keyword giuste e per specializzarti in questo devi "mappare" i posizionamenti delle tue pagine quando le persone utilizzano i motori di ricerca. Ti raccomando Google Adwords per cercare keyword organiche collegate agli argomenti di tuo interesse.

3. Quello che non puoi misurare, non ti è utile

Prima di inserire i contenuti testuali nel blog/sito, dovresti occuparti di installare un tool o un widget per misurare le visite e controllare ogni azione che avviene. Queste saranno informazioni preziose su cui basare le tue future decisioni sul contenuto, strategie e tattiche (metodi e modi) da utilizzare. Google Analytics è assolutamente lo strumento più indicato per monitorare ogni dettaglio del tuo blog, ma ci sono anche diverse alternative per coloro che non voglio annoiarsi con gli strumenti di Google. Ad ogni modo mentre monitori il tuo traffico con Analytics o con qualsiasi altra alternativa, cerca di prestare attenzione ai seguenti fattori:
    8 strategie pratiche per ottimizzare i post del tuo blog
  • Le categorie più visitate
  • Le pagine più visitate
  • Le pagine con il più alto volume di click
  • Gli argomenti più commentati
  • Gli argomenti più popolari
Le informazioni fornite a riguardo saranno cruciali nel tempo per capire quali argomenti possono ottenere "autorità" sul web e determinare contenuto rilevante. Autorità e rilevanza sono elementi chiave per un surplus di visite!

4. Fai una retrospettiva sui contenuti dei post

Guardarsi indietro ogni tanto fornisce benefici validi e chiari in grado addirittura di riportare in vita anche i blog che hanno perso un sacco di traffico. "I top 10 articoli del 2014" o "I 9 articoli più letti del mese" o "I 15 blog più discussi del web" sono tutte idee di post che potrebbero produrre non solo un sensibile aumento di visite con una quantità incredibile di link con anchor-text, ma anche un decisivo miglioramento del posizionamento del tuo blog nei risultati di ricerca.

5. Usa la regola di Pareto: 20/80

8 strategie pratiche per ottimizzare i post del tuo blog
Cosa diceva Pareto?! Beh, la regola di Pareto è il risultato degli studi di Vilfred Pareto, nel diciannovesimo secolo, secondo il quale il 20% delle famiglie italiane deteneva l'80% della ricchezza della nazione. Il principio di Pareto è attualmente applicato in diverse aree di studio e si adatta tranquillamente a molti ambiti: il 20% del tempo al lavoro produce l'80% dei ricavi, il 20% dell'80% degli esercizi fatti in palestra brucia calorie e soprattutto il 20% del contenuto di un sito genera l'80% delle visite. Perseguendo con questa regola, diventa più facile riconoscere cosa funziona, cosa genera traffico e quindi su cosa focalizzarsi per ri-ottimizzare il contenuto dei post del tuo blog. Un consiglio in più: crea ulteriore contenuto in linea con quello che sai che attira visite; in seguito crea link tra questi contenuti. E' naturale per la gente interessata ad un argomento, cliccare su argomenti simili.

6. Ri-ottimizza i post che generano più ritorno

I contenuti che tendono a generare molti click sulle pubblicità, più conversioni o vendite sono i candidati perfetti per contenuti unici e innovativi. Come ti ho detto nel punto 5. sfrutta il rapporto 20/80! Tra 80 articoli, ce ne saranno circa 12 che genereranno la maggior parte delle visite, ed è li che i tuoi sforzi si devono convogliare! Non c'è alcun inconveniente nell'aggiungere informazioni, modificare i sottotitoli e i dati dei paragrafi e aggiornare le statistiche dove possibile. Se il post è vecchio e non ci sono nuovi dati, perchè non crei un nuovo post con un link al precedente che già genera traffico? E' possibile che il nuovo occupi una posizione vantaggiosa nelle ricerche grazie al precedente.

7. Aggiungi prospettive diverse

Se un post in particolare, in cui hai espresso un determinato punto di vista, ha ricevuto un sacco di visite, questo ti fornisce l'occasione d'oro per invitare un altro autore a difendere una prospettiva diversa. Oltre a migliorare il contenuto dell'articolo su un argomento, questo permette alla gente con punti di vista diversi di rivitalizzare il post con tweets, commenti, condivisioni ed ogni altro tipo di interazione online. 

Ora sei in grado di capire cosa genera effettivamente tutto il traffico e comanda i visitatori?

8. Infine, confronta

In conclusione, per ri-ottimizzare il contenuto dei tuoi post è utile un metodo di analisi molto famoso noto come SWOT Analysis (Acronimo si Strenghts, Weaknesses, Oppotunities, Threats) che prevede una matrice di confronto di 4 diversi aspetti: punti di forza, di debolezza, opportunità e minacce. In parole povere funziona in questo modo:
  • Punti di forza: quali sono i punti di forza del mio sito o del mio blog? Dominio, autore, layout, link, pubblico, brand o magari età? Come posso focalizzarmi su questi punti e fare la differenza?
  • Punti di debolezza: quali sono le limitazioni del mio sito/blog? Pochi articoli, poco contenuto, design scarso, pochi autori, pubblico poco interessato o argomenti troppo discussi nel web? Come posso contrastare questi punti e incrementare il mio traffico?
  • Opportunità: come posso fare per creare collaborazioni per raggiungere un pubblico maggiore? Dove posso promuovere i miei articoli o lavori (mailing list, gruppi su Facebook o altri social network come Google+ o LinkedIn) per accrescere i visitatori?
  • Minacce: quali sono i siti che sono in concorrenza con contenuti del mio blog? Quali sono in crescita? Chi è in grado di entrare nel mercato e "minacciarmi? Come posso organizzarmi per rispondere in caso questo dovesse accadere?
Questi set di domande dovrebbero portare a formulare strategie pratiche che spesso sono complicate da realizzare, ma che tuttavia possono aprire la mente a opportunità e possibilità nascoste. So che è un obiettivo non facile da raggiungere, ma, considerato il guadagno, ne sarà valsa la pena! Hai altre strategie pratiche in mente? Come ri-ottimizzeresti i tuoi vecchi post? Aspetto commenti
2014-06-08

Scopri gratis chi ruba la tua connessione WiFi

1 commento
Scopri gratis chi ruba connessione wifi

La sicurezza è una questione di estrema importanza per tutti gli utenti del web. Specialmente coloro che si affidano a connessioni WiFi, dovrebbero sapere tutto il necessario sulle misure di sicurezza. Tempo fa ti avevo già parlato di come testare la password WPA grazie ad Ufo Wardriving.
Usare password complicate, infatti, può già essere un primo passo, ma non renderà la tua connessione sicura al 100%. Gli hacker, potrebbero comunque trovare vulnerabilità e trovare la tua password. In un'ottica differente, se possiedi una connessione internet con una banda limitata, hai la necessità di proteggerla dai vicini e dagli sconosciuti per evitare un uso eccessivo della stessa. Infine potresti avere la voglia di scoprire chi è connesso alla tua stessa rete pubblica, per esempio in un Hotel o in un Aeroporto. 

2014-06-03

Il miglior antivirus del 2014!

227 commenti
Miglior antivirus 2014

Cos'è un antivirus?

Andare in giro senza una protezione antivirus non è più un opzione. Anche se non ti importa del tuo stesso computer, lasciarlo indifeso potrebbe addirittura permettere ad un malintenzionato di trasformarlo in uno pc-zombie e forzarlo a partecipare in un attacco DOS. Un software antivirus, quindi, scopre e previene, disarma o rimuove programmi ingannevoli o malware, a cui ci riferiamo spesso come "virus". Nessun antivirus offre una protezione perfetta e definitiva ai problemi, ma è un primo passo fondamentale per proteggere il tuo pc. 

Perchè un antivirus?

I malware si stanno evolvendo in fretta più che mai, ma fortunatamente le ultime generazioni di antivirus sono meglio equipaggiate per disfarsi delle nuove minacce. Negli anni recenti la tecnologia degli antivirus è cambiata drasticamente e i nuovi software, fanno un lavoro migliore nel fermare le minacce. Proprio ora, se ne sei ancora sprovvisto, dovresti installare un antivirus, magari senza pagare un centesimo. Se c'è da ammettere che gli antivirus a pagamento tendono ad essere i migliori nei test di laboratorio, d'altra parte rimangono comunque parecchie scelte a disposizione che vertono su eccellenti antivirus gratuiti. Proprio poichè sono gratis, potresti prenderti del tempo per considerare qual'è la miglior soluzione per la tua situazione. Questo è il lato positivo degli antivirus gratuiti: non sei obbligato dalla scelta. Non avrai speso decine di € se decidi di cambiarlo. Di sicuro ci tengo a sconsigliare di usare Microsoft Windows Defender (o Microsoft Security Essential se hai Windows 7) che, sebbene sia già installato e quindi gratuito, non solo rallenta il pc ma si classifica anche in basso in quanto a protezione.
Ad ogni modo, capire qualè la scelta migliore per te, dipende dalla tua situazione e dalle tue priorità.